Storia della Chiesa Parrocchiale

La parrocchia di san Giovanni Battista in San Giovanni Lupatoto, è una delle 4 parrocchie presenti nel comune. E’ la più vecchia del comune e risale in quanto parrocchia almeno al XIV secolo, quando alcuni cristiani di San Giovanni, allora chiamata Ca’ di Fontana ottennero di potersi costituire in parrocchia in maniera autonoma dalla chiesa madre di Villafranca oramai troppo distante. E’ anche la più numerosa comunità, E fino a qualche anno fa si era riusciti a contare i fedeli che si aggiravano sui 10.000. Ma oggi vista l’alta mobilità delle persone, la numerosa presenza di persone non italiane e la pratica inconsistenza dei tradizionali confini parrocchiali, non si è più in grado di dire con precisione il numero. L’attuale edificio della chiesa parrocchiale è stato costruito nel 1765 sullo stesso luogo in cui prima sorgeva una precedente chiesa. Fu poi allungato nel 1910 a croce latina su cui troneggia una grande cupola. Questa chiesa è anche chiamata la ‘Cesa granda’ cioè la grande chiesa per distinguerla dalle altre chiese presenti nel territorio comunale. Nel 2010 è stato pubblicato un bel libro sulla chiesa che parla della sua storia a partire dal XIII sec., delle sue opere iconografiche, dei suoi arredi, del suo organo oltre alla descrizione della sua architettura.
Questa parrocchia ha vissuto nel ‘900 tutto il trapasso dal mondo agricolo a quello industriale. San Giovanni Lupatoto infatti, è sempre stato uno dei poli industriali tra i più importanti a Verona, e questo è il motivo che l’ha portato dalle 4000 persone all’inizio del ‘900 alle 25000 attuali. Questo fa intuire anche i problemi di natura sociale che si sono dovuti affrontare già dagli anni ’60.

 



 

Situazione attuale

Da un punto di vista pastorale la parrocchia di san Giovanni Battista fa parte di una zona pastorale che coincide col comune di san Giovanni Lupatoto e qualche zona del comune di Zevio e comprende le parrocchie di Pozzo, di Raldon e del Buon Pastore. Ma è soprattutto con quest’ultima che molte delle iniziative pastorali sono pensate e portate avanti insieme, soprattutto a livello di ragazzi, di giovani, ma non solo. Si sta tentando sempre più di andare verso una comunità di preti e una programmazione comune.
La frequenza alla messa domenicale si aggira intorno al 10-15% della popolazione. In parrocchia sono presenti vari gruppi come si può vedere in questo sito.
In questi ultimi anni si è preso coscienza che la parrocchia non può accontentarsi di fare una pastorale di contenimento, per mantenere un certo numero di fedeli, ma deve invece mettersi sempre più in un atteggiamento missionario con nuove forme di evangelizzazione. Le iniziative sulla famiglia, sui friends, ma anche certe forme di catechesi o per ultimo anche l’iniziativa sull’anno della fede risponde a questo desiderio.


                           

Site Login